Chi Siamo

La Fondazione Raul Gardini è nata nel 2013 per testimoniare e diffondere la visione globale di Raul Gardini, l’imprenditore che aveva anticipato e auspicato lo sviluppo di un’industria sostenibile collegata a un’agricoltura rispettosa dell’ ambiente. Per Gardini, trovare nuove soluzioni produttive meno dannose per il pianeta Terra era quasi un’emergenza, un dovere imprescindibile dei policy-maker e degli scienziati, in difesa delle future generazioni.


Mission

La Fondazione promuove la ricerca e lo sviluppo della chimica verde e della bioeconomia, educa alla sostenibilità ambientale, e favorisce la formazione scientifica e culturale dei giovani.

La Fondazione aderisce al Cluster Nazionale della Chimica Verde.


Comitato Scientifico

Dott.ssa CATIA BASTIOLI, Amministratore Delegato di Novamont Spa, Presidente di Terna Spa, Presidente di Kyoto Club e del Cluster Tecnologico Nazionale della Chimica Verde SPRING.
Prof. FABIO FAVA, Professore ordinario in Biotecnologie industriale e ambientale presso Scuola di Ingegneria, Università di Bologna, Rappresentante nazionale per la Bioeconomia presso la commissione Europea.
Prof. MARCO FORTIS, Docente di Economia industriale e commercio estero, Facoltà di Scienze Politiche – Università Cattolica di Milano, Direttore della Fondazione Edison, Commendatore al merito della Repubblica Italiana.
Ing. RAFFAELE LIBERALI, Consulente in strategie industriali e innovazione, Ex Direttore Commissione Europea, Ex Capo Dipartimento Ministero Istruzione Università e Ricerca, Ex Assessore Regione Basilicata per Sviluppo, Formazione, Lavoro e Ricerca.
Dott. DOMENICO MUTI, amministratore della RMMUSIC e Direttore Generale della “Riccardo Muti Italian Opera Academy”.
Maestro RICCARDO MUTI, leggenda della musica classica, dirige le più prestigiose orchestre del mondo. E’ attualmente Direttore Musicale della Chicago Symphony Orchestra ed in passato del Maggio Musicale Fiorentino, della Philarmonia Orchestra, della Philadelphia Orchestra, del Teatro alla Scala dal 1986 al 2004. Dal 2004 si dedica alla formazione di giovani musicisti. Fonda l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini formata interamente da talenti italiani e, nel 2015, la Riccardo Muti Italian Opera Academy. 25 le lauree honoris causa che ha ricevuto dalle più importanti università del mondo.
Prof. GUNTER PAULI, economista, imprenditore, teorico della Blue Economy e fondatore di ZERI (Zero Emission Research and Initiatives), autore di libri incluso favole per bambini.
Prof. FRANCESCO PROFUMO, Presidente ACRI e della Compagnia di San Paolo di Torino, ex Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel Governo Monti da novembre 2011 a aprile 2013 ed ex Presidente del CNR dal 2011 al 2012.
GIANFRANCO ROSI, regista cinematografico, vincitore del Leone d’oro per “Sacro GRA” al Festival di Venezia nel 2013 e dell’Orso d’oro per “Fuocoammare” al Festival di Berlino nel 2016, film che è stato anche in nomination agli Oscar 2017 come miglior documentario.


Componenti del Consiglio di Amministrazione

Ivan Gardini
Presidente

Eleonora Gardini
Vice Presidente

Maria Speranza Gardini

portrait

Raul Gardini

(1933-1993)

Imprenditore nel settore dell’agribusiness e della chimica, è stato presidente del Gruppo Ferruzzi per nove anni, durante i quali lo ha condotto alla leadership europea nella produzione di zucchero, amido, soia, oli e farine vegetali. Con l’acquisizione della Montedison, Gardini avvia la sperimentazione di nuovi prodotti chimici senza l’impiego di idrocarburi, interamente di origine vegetale. «L’agricoltura è chimica», era solito dire. Sportivo e appassionato velista, ha portato per la prima volta una barca europea, il celebre Moro di Venezia, a vincere la Luis Vuitton Cup e a competere nella finale di Coppa America del 1992.


«Lo sviluppo economico sarà globale o non sarà. E funzionerà solo a condizione che anche la soluzione dei problemi crei ricchezza.

Altrimenti la società diventa asfittica, perde futuro. Perciò bisogna innescare uno sviluppo economico che affronti positivamente problemi globali, come la fame nel mondo e l’inquinamento dell’ambiente.

La fase di sfruttamento delle risorse energetiche limitate e inquinanti sta toccando il tetto: continuare su questa strada significa consumare il pianeta, avvelenarlo, rendere impossibile la soluzione dei problemi.»

Raul Gardini — 1991